“It’s always summer on the inside” (Jack O’Neill)

Jack O'Neill

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Jack O’Neill, surfer, amante dell’oceano, pioniere della tavola e della muta e fondatore dell’omonima compagnia, è mancato per cause naturali all’età di 94 anni.

“Il titano delle onde”, come lo ha definito Surfer Magazine, iniziò a surfare già negli anni Trenta, ben prima che questo sport diventasse famoso con il boom degli anni Settanta.

Nel 1952 la sua carriera ebbe una svolta quando, grazie alla sperimentazione di nuovi materiali tra cui il neoprene, fabbricò la prima muta a corpo intero per cavalcare le onde anche nelle acque più fredde. Da qui all’apertura del primo negozio in California il passo fu breve. Nel 1980, la compagnia diventò una fiorente impresa internazionale e O’Neill venne consacrato come il più grande designer e produttore di mute di ricreazione oceanica al mondo.

Riservato e schivo, Jack non amava rilasciare interviste e vantarsi dei suoi successi finanziari. Il suo orgoglio più grande, infatti, è sempre stato la O’Neill Sea Odyssey, un’organizzazione no profit fondata nel 1996, che si occupa tutt’oggi di educare i ragazzi all’amore per il mare e al rispetto dell’ambiente. O’Neill diceva: “L’oceano è vivo e tutti noi dobbiamo prendercene cura. Senza dubbio la O’Neill Sea Odyssey’ è la cosa migliore che abbia mai fatto”.

http://oneillseaodyssey.org