1. COMUNICAZIONI

1.1 Le presenti Condizioni Generali, salvo eventuali deroghe specificatamente concordate per iscritto, disciplinano tutti gli attuali e futuri contratti di vendita fra Area Sport S.P.A., con sede in via Aosta, n. 8/N, Torino (TO), Italia e sostituiscono qualsiasi precedente accordo intervenuto tra le parti in materia.
1.2 La trasmissione di un ordine d’acquisto al Venditore e/o in ogni caso l’accettazione di un Contratto da parte del Compratore, comunque effettuata anche per silenzio assenso, comporta la sua adesione alle presenti Condizioni Generali.
1.3 Ogni comunicazione del Venditore relativa all’ordine, al Contratto e alle presenti Condizioni Generali, è considerata dal Compratore validamente eseguita agli indirizzi di posta elettronica certificata (indirizzo PEC) ed e-mail da questi sopraindicati (informando prontamente il Venditore di qualunque eventuale modifica o malfunzionamento di tali indirizzi), indipendentemente dall’effettiva ricezione e con effetto alla data di trasmissione da parte del Venditore. Nessuna contestazione potrà essere sollevata dal Compratore in relazione alla pretesa mancata ricezione di tali comunicazioni del Venditore causata dal non corretto funzionamento degli indirizzi PEC e/o e-mail comunicati dal Compratore.

2. ORDINE – FORMAZIONE DEL CONTRATTO – PENALE

2.1 Il Compratore accetta di trasmettere l’ordine di acquisto per il tramite degli agenti del Venditore che lo invieranno per via telematica. L’accettazione dell’ordine di acquisto da parte del Venditore avverrà con la trasmissione al Compratore di una conferma scritta agli indirizzi PEC ed email indicati da quest’ultimo; con la predetta trasmissione della conferma d’ordine conforme all’ordine, la vendita si considera conclusa e il Contratto soggetto alle presenti Condizioni Generali di Vendita e alle condizioni contenute nella conferma d’ordine. Qualora la conferma d’ordine contenga modifiche rispetto all’ordine, le modifiche si considerano in ogni caso tacitamente accettate dal Compratore trascorsi 15 (quindici) giorni di calendario dalla trasmissione della conferma d’ordine senza che il Compratore abbia manifestato il proprio dissenso per iscritto.
2.2 Qualsiasi modifica o revoca, anche parziale, dell’ordine richiesta dal Compratore dovrà essere comunicata per iscritto al Venditore entro e non oltre il termine di 15 (quindici) giorni di calendario dalla trasmissione della conferma d’ordine da parte del Venditore.
Decorso tale termine, la revoca totale o parziale dell’ordine di acquisto da parte del Compratore, comporterà l’applicazione di una penale pari al 30 % del prezzo dei prodotti oggetto di revoca.
2.3 Il Venditore ha sempre la facoltà di revocare, totalmente o parzialmente, o di modificare le conferme d’ordine in qualsiasi momento, in caso di mancata consegna dei prodotti da parte delle Case Madri o di situazione di insolvibilità del Compratore, con conseguente invio della nuova conferma d’ordine.
2.4 Gli agenti del Venditore non sono autorizzati a modificare i termini contenuti nelle offerte ovvero nella conferma d’ordine del Venditore, salvo espressa autorizzazione scritta di quest’ultimo.
2.5 Il Venditore conserva la proprietà dei Prodotti sino al totale pagamento degli stessi ed ha la facoltà di procedere al ritiro degli stessi in caso di mancato o ritardato pagamento da parte del Compratore, fatto salvo l’eventuale maggior danno.

3. TERMINI DI CONSEGNA

3.1 I termini di consegna concordati dalle parti non hanno natura vincolante. Il Venditore avrà comunque licenza di consegnare la parte inevasa a saldo il mese successivo previsto per ciascuna consegna. Tuttavia, qualora si verifichi un ritardo imputabile al Venditore che superi i 90 giorni, il Compratore potrà risolvere il Contratto relativamente ai Prodotti di cui la consegna è ritardata, con comunicazione scritta al Venditore.
3.2 Non si considera imputabile al Venditore l’eventuale ritardo dovuto a cause di forza maggiore (sciopero, boicottaggio, serrata, incendio, terremoto, inondazione, ecc.) o ad atti od omissioni del Compratore (ad es. mancata o ritardata comunicazione di indicazioni necessarie per l’evasione dell’ordine, stato di insolvenza).
3.3 Salvo il caso di dolo o colpa grave del Venditore, è escluso il risarcimento del danno per mancata o ritardata consegna dei Prodotti.
3.4 I Prodotti si considerano consegnati a tutti gli effetti (ed in particolare al fine del passaggio del rischio) con la loro messa a disposizione del vettore / spedizioniere presso lo stabilimento del Venditore (Italia), e ciò anche ove il trasporto venga curato (e/o pagato) dal Venditore.

4. CONDIZIONI DI PAGAMENTO

4.1 Il Compratore dovrà rispettare con la massima diligenza i termini e le condizioni di pagamento concordati. In caso di ritardo di pagamento, il Venditore avrà diritto a richiedere al Compratore gli interessi moratori calcolati secondo il DL 9 ottobre 2002 n. 231 come modificato dal DL 9 novembre 2012 n. 192. Qualora il Venditore conceda uno sconto al Compratore e non siano rispettati i termini di pagamento concordati, quest’ultimo dovrà pagare il prezzo pieno privo di sconti e i suddetti interessi moratori.
4.2 Inoltre, in caso di ritardi di pagamento, il Venditore potrà modificare unilateralmente i termini di eventuali altre forniture e/o sospenderne l’esecuzione fino all’ottenimento di adeguate garanzie di pagamento.

5. RESI E CAMBI

5.1 Il reso dei Prodotti, non dovuto a difetti e vizi, è consentito soltanto previa autorizzazione scritta da parte del Venditore e sarà soggetto alle seguenti condizioni. In assenza della predetta autorizzazione, i resi verranno respinti dal Venditore e restituiti al Compratore a spese di quest’ultimo.
5.2 Nel caso di autorizzazione al reso, i Prodotti resi dovranno essere integri, senza alcun danno, scritta, adesivi o etichette diverse da quelle originali o alterazioni e riconsegnati nell’imballaggio originale. Ove il Venditore, dopo la verifica del reso, ritenga lo stesso non integro o non conforme a quanto spedito originariamente, questi avrà la facoltà di respingere il reso, con trasporto a rischio e spese del Compratore, o di accertarlo con una riduzione del 20 % del valore del reso.
5.3 Il Venditore non autorizzerà resi richiesti dal Compratore dopo il 31 maggio per la collezione Primavera/Estate e dopo il 30 novembre per la collezione Autunno-Inverno.
5.4 Gli agenti del Venditore non sono autorizzati ad accettare i resi e al ritiro degli stessi.
5.5 I cambi merce dovranno essere effettuati dal Compratore con una maggiorazione del 20% sul valore dei prodotti da cambiare e comunque il Venditore non autorizzerà resi e cambi di Prodotti superiori al 30% del valore della fattura relativa al reso.
5.6 Il Compratore provvederà a pagare il Prodotto oggetto di cambio entro 30 (trenta) giorni di calendario dall’emissione della fattura relativa al cambio stesso, o al più tardi contestualmente alla scadenza dell’ultima fattura stagionale emessa dal Venditore se ancora in sospeso.

6. GARANZIA

6.1 Eventuali reclami relativi a vizi apparenti dei Prodotti (ad es.: stato dell’imballaggio, quantità o caratteristiche esteriori, etichettatura) dovranno essere notificati al Venditore mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, a pena di decadenza, entro 30 giorni di calendario dalla data di ricevimento dei Prodotti.
6.2 Eventuali reclami relativi a difetti non individuabili mediante attento controllo, comprensivo dell’apertura di tutti gli imballaggi, al momento del ricevimento (vizi occulti) dovranno essere notificati al Venditore mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, a pena di decadenza, entro 30 giorni di calendario dalla data della scoperta del difetto e comunque non oltre sei mesi dalla consegna.
6.3 Qualsiasi reclamo dovrà indicare con precisione il modello, il difetto riscontrato e il numero di fattura a cui si riferiscono i Prodotti. Inoltre, a richiesta del Venditore, il Compratore dovrà inviare al Venditore la seguente documentazione:
• alcune fotografie dei Prodotti difettosi
• un campione dei Prodotti difettosi, ove richiesto
6.4 È inteso che eventuali reclami o contestazioni non danno diritto al Compratore di restituire i Prodotti senza la preventiva approvazione scritta del Venditore, né di sospendere o ritardare i pagamenti dei Prodotti oggetto di contestazione né di altre forniture.
6.5 Il Venditore, ove accerti la presenza di difetti a sé imputabili, si impegna a porvi rimedio purché tali vizi gli siano stato notificati come indicato in artt. 6.1/6.2/6.3. In questo caso, il Venditore provvederà
• alla sostituzione dei Prodotti difettosi con Prodotti analoghi
oppure
• al rimborso del prezzo dei Prodotti difettosi pagato dal Compratore
6.6. In caso di vizi dei Prodotti, il Venditore sarà tenuto unicamente alla sostituzione o al rimborso del prezzo dei Pro-dotti difettosi entro i limiti stabiliti nella garanzia prevista nel presente art. 6. È inteso che tale garanzia (consistente nell’obbligo di sostituire o rimborsare il prezzo dei Prodotti difettosi entro i limiti stabiliti nella garanzia prevista nel presente art. 6) è assorbente e sostitutiva delle garanzie o responsabilità previste per legge, con particolare riferimento al diritto di regresso previsto dall’art. 131 del D.Lgs. n. 206/2005 (Codice del Consumo) che viene espressamente derogato dalle presenti Condizioni Generali.

7. RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE

Per qualsiasi controversia relativa o collegata ai Contratti disciplinati dalle presenti Condizioni Generali e/o alle presenti Condizioni Generali sarà competente il Foro di Torino (Italia). Tuttavia, in deroga a quanto stabilito sopra, il Venditore ha comunque la facoltà di portare la controversia davanti al giudice competente presso la sede del Compratore.